top of page

Ottobre rosa: l’alimentazione nella prevenzione del tumore al seno


Ottobre è il Mese Internazionale della Prevenzione del Tumore al Seno.

Ogni anno durante questo mese si svolgono tantissime iniziative volte a sensibilizzare e informare la popolazione su quali sono i fattori protettivi e gli strumenti migliori per prevenire l’insorgenza della malattia o velocizzarne la diagnosi.


Anche noi vogliamo dare il nostro contributo, e lo facciamo con questo breve articolo nel quale parliamo di quanto sia importante la corretta alimentazione nella prevenzione di questa forma di tumore.


Come prima cosa cerchiamo di capire perché si parla così tanto della prevenzione di questa malattia?


Il tumore della mammella è la neoplasia più frequente nelle donne.

Tra i fattori di rischio abbiamo l’età, i fattori ormonali, l’avere/non avere avuto gravidanze, la famigliarità e i fattori dietetici e metabolici.

Sì, anche l’alimentazione gioca un ruolo importante!

Grazie agli screening di monitoraggio e alle campagne di sensibilizzazione la maggior parte dei tumori al seno è fortunatamente diagnosticata in fase iniziale quando le terapie sono più efficaci e il tasso di sopravvivenza più elevato.

Grazie agli sforzi e alle campagne di prevenzione, in Italia la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi è una delle più alte registrate in Europa, soprattutto nel caso di diagnosi precoce.


Alimentazione e tumori: due parole lontane ma strettamente connesse

Secondo l’American Institute for Cancer Research (AICR) più del 30% dei tumori è riconducibile direttamente ad una alimentazione scorretta. Va da sé che al contrario una dieta corretta permetterebbe di prevenire un gran numero di tumori.

Se non sei ancora convinto/a dell’importanza del ruolo che gioca l’alimentazione nella prevenzione di queste patologie pensa a questo: su 10 raccomandazioni per la prevenzione dei tumori redatte dalla World Cancer Research Fund (WCRF), ben sette riguardano direttamente l’alimentazione.


  • mantieni un peso salutare;

  • mangia più cereali integrali, frutta, verdura e legumi;

  • limita i “fast food”;

  • limita il consumo di carne rossa e carne processata;

  • limita il consumo di zucchero e bevande zuccherate;

  • limita il consumo di bevande alcoliche;

  • non usare integratori per la prevenzione del cancro;

  • allatta al seno il tuo bambino, se ti è possibile;

  • mantieniti fisicamente attivo;

  • cerca di seguire le raccomandazioni anche se sei già malato.


Arriviamo alla parte più utile e interessante: cosa posso fare in termini di alimentazione per prevenire l’insorgenza del tumore alla mammella?

Sono state fatte diverse ricerche negli anni che hanno dimostrato come questo tipo di neoplasia sia maggiormente diffuso in quelle popolazione che consumano una dieta ricca di grassi, mentre si presenti più raramente nelle popolazioni che consumano alimenti tipici della dieta mediterranea.



Attenzione però! Non ci stancheremo mai di dirlo: non basta vivere in un paese che si affaccia sul bacino del Mediterraneo per poter affermare di avere una dieta Mediterranea. :)


Il tipo di alimentazione che abbiamo quasi tutti in Italia, al giorno d’oggi, è definita “occidentale” ed è proprio quel tipo di alimentazione che ci espone ad un rischio maggiore di andare incontro a queste patologie.

La dieta mediterranea si basa sul consumo di alimenti di origine vegetale: cereali integrali, legumi, frutta e verdura. I grassi sono presenti ma sono di qualità e derivano anch’essi da fonti vegetali: l’olio extravergine di oliva, la frutta secca e i semi oleosi. Gli alimenti di origine animali trovano anche loro il loro spazio, ma meno frequentemente e nelle giuste dosi!


Se vuoi approfondire le caratteristiche di una dieta di tipo “mediterraneo” qui trovi l’articolo che fa per te:


Gli ultimi consigli:

Insieme ad una corretta alimentazione non dimenticarti del movimento! È stato dimostrato che le donne che svolgono regolarmente attività fisica presentano una riduzione del rischio di ammalarsi di tumore alla mammella di ben il 15-20%!


Un ulteriore effetto protettivo è rappresentato dall’allattamento al seno. Se ne hai la possibilità, allatta al seno il tuo bambino. Oltre ad essere protettivo per il tuo piccolino, è anche molto utile alla neo-mamma!


Un piccolo aiuto può essere dato dal consumo regolare di tè verde. Nonostante non ci siano studi su esseri umani relativi agli effetti preventivi del tè verde in relazione ai tumori, è stato ampliamente dimostrato che il consumo di questa bevanda è associato a numerosi effetti benefici e protettivi per la salute tra cui per esempio la riduzione dei livelli di colesterolo LDL e di trigliceridi. In generale un buon livello di salute è la base per la prevenzione di tante patologie!


Per approfondire ti lasciamo il link a questo progetto realizzato dal Ministero della Salute: https://insenoallasalute.it/


Speriamo che il nostro articolo ti sia piaciuto!


A presto,

Angelica, Francesca e Elena


52 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page